giovedì 10 marzo 2016

The mech-artist

Ci sono davvero moltissime persone che, nel loro piccolo, cercano sempre di rendere unica e diversa la propria moto. C’è chi si appella ai cataloghi aftermarket, con la finta convinzione di rendere il proprio mezzo unico e diverso da altri; i più inventivi si mettono a martellare lamiere e a spalmare resine epossidiche qua e là dando nuove forme a carenature e sovrastrutture. I più coraggiosi si armano di sega e saldatore e si mettono di guzzo buono a fare le più originali opere motociclistiche. Il titolare del team WKD pare che queste fasi le abbia passate tutte. In un piccolo capannone disperso in mezzo a tanti altri nel milanese, alla WKD si sfornano opere d’arte.

WKD moto di settimo milanese, in 3 parole?

Solo moto uniche

WKD, una sigla semplice da ricordare, ma da dove viene?

In poche parole è il "codice fiscale" di WicKeD (malvagio, maligno) che era un mio nick name ai tempi delle chat e lo abbiamo condensato in WKD assieme alla Kaos Design al momento di dare un nome alla mia GSX1100 special, una moto che ha lasciato particolarmente il segno nella mia vita.

Come è nata questa attività?

E' nata inizialmente nel box dei miei genitori, facendo il classico lavoro da artigiano, il modo migliore per imparare e farsi le ossa; poi, come primo impiego sulle moto, ho lavorato dove si facevano modifiche su BMW, poi ho messo mano anche alle Harley e la cosa col tempo mi ha preso la mano. Dopo vari anni e tanti sacrifici eccoci qua

Parlando subito del settore di vostra competenza, le special: quali sono stati i vostri progetti più importanti?

Ad oggi il mio lavoro che ha avuto più successo in quanto più originale è la BMW K100 che è uscita su Motociclismo di febbraio. A livello affettivo però io preferisco la "Multimotard", su base Multistrada 1000 DS con la quale ho anche macinato 30000 km

Le moto che personalmente mi hanno colpito di più sono la vostra rivisitazione della Multistrada e una gsxr1100 praticamente ricostruita. Puoi raccontarci in breve?

In breve, la Multistrada originale non mi piaceva per niente ma mi è capitato di trovarne una a prezzo affare, di provarla e da li è partita l'idea di cucirmela addosso sia a livello estetico che ciclistico, i lavori sono durati un paio di anni tra modifiche e motogiri. I lavori hanno stravolto il reparto sospensioni e freni, dove ho preso della componentistica dalla Ducati 999, mentre pistoni e tutta la termodinamica lavorata hanno permesso di superare con scioltezza i 100cv. Per essere un desmodromico raffreddato ad aria non è male. La GXXR1100 invece era la moto dei miei sogni a 17 anni e mi ero ripromesso di averne una prima o poi, l'ho comprata nel 2000 e poi col tempo l'ho modificata in box.

Il vostro cliente tipo?

Un cliente tipo è quello che vuole modificare la moto, mi da delle idee ma mi lascia anche la libertà di metterci del mio. Certo, esistono anche quel tipo di cliente che arriva col disegno in mano e ti dice “falla esattamente così”.  Nel mio piccolo, mi sento un pò artista e quando riesco, in sordina, cerco sempre di mettere qualcosa che mi rappresenta nelle varie realizzazioni.

Ci sono attualmente in corso dei progetti particolarmente interessanti?

Qui da noi c'è sempre qualcosa che bolle in pentola! Che sia solo un ritocco estetico o una ricostruzione, qua non manca mai nulla.

Oltre alla preparazione di mezzi special, quali servizi offre WKD Moto?

Oltre all’allestimento di moto speciali, ci occupiamo dei servizi più classici come i tagliandi le revisioni ecc. Ma qui, a differenza di altre officine, non portiamo la moto dietro al bancone e ci lavoriamo cercando di fregare il cliente. Piuttosto ci mettiamo un giorno in più, ma i lavori richiesti li facciamo davvero.

Che progetti ci sono per la stagione 2016?

Mi sposo! A parte gli scherzi ho mille idee ma preferisco non dire nulla, quello che farò lo vedrete.


Io appartengo alla filosofia del “se la mia moto deve essere unica, la devo fare io con le mie mani”. Ma, guardiamo in faccia alla realtà, non tutti hanno la manualità di chi lavora la lamiera e la resina. Non ci si può improvvisare, purtroppo. Fortunatamente, esistono posti come la WKD, dove ogni più malsano desiderio può diventare realtà, grazie alla estrema capacità comunicativa del team e alla ottima qualità dei loro lavori. Basta avere solo un po’ di pazienza, l’arte non nasce dall’oggi al domani.