lunedì 13 giugno 2016

La Maledizione di Misano

Domenica 5 Giugno il secondo Round di campionato Michelin PowerGP 600 nel circuito di Misano Adriatico. Il pilota toscano Menduni Giovanni è stato protagonista di un week end caratterizzato dalla pioggia e da tanti colpi di scena.

Dalle prove libere del venerdì, il pilotino Menduni assieme al team CZcorse ha lavorato tantissimo sul setting della moto, anche se in condizioni metereologiche piuttosto incerte riuscendo però a trovare la giusta quadra dei conti per poter disputare le qualifiche del Sabato.

Al sabato mattina le nuvole e la pioggia non si sono risparmiate, bagnando il circuito e rendendo la vita non facile ai piloti. Fortunatamente, il sole ogni tanto faceva cupolino tra le nuvole e dava speranza di poter provare a spingere con condizioni di asciutto. La prima qualifica della mattina ha visto Menduni occupare le zone alte della classifica ottenendo il terzo tempo mentre nella qualifica del pomeriggio, con pioggia intensa, ha sancito la sesta casella. Per la differenza dei tempi Menduni riesce a conquistare la prima fila in griglia di partenza.

Dopo 3 giorni di sole misto pioggia, la domenica ha prevalso il sole scaldando il circuito e gli animi di centinaia di appassionati. Grazie ai suoi tecnici estremamente competenti,Menduni ha scelto un assetto idoneo alle condizioni dell’asfalto, infatti nel giro di ricognizione le sensazioni erano ottime. Spento il semaforo rosso, Menduni effettua una partenza da manuale conquistando la seconda posizione alle spalle del pilota Savegnago e fregando allo stacco del semaforo il poleman Belfiore.

Giunti alla quarta curva delle Rio, Menduni viene attaccato con un ingresso sporco dal pilota Belfiore che esagera e cade, causando la caduta del pilota Ponsacchino, rischiando a sua volta di mandare fuori dai giochi anche il suo compagno di squadra Savegnago. Menduni si rialza tirando su la moto e ripartendo immediatamente ma ormai il gruppo si era già allontanato dando poche speranze al pilota che, agitato e con evidenti problemi tecnici alla sua Yamaha R6, scivola nuovamente dovendo abbandonare la gara.

Uno zero, che fa molto male ai fini di classifica campionato, Menduni ed il team ci riproveranno in terra Toscana al Circuito del Mugello IL 26 Giugno nel prossimo appuntamento di campionato Michelin PowerGP.

Nello stesso weekend, con le stesse condizioni meteo avverse, si è svolto il campionato Bridgestone Cup, e il pilota Swan Puzone del team Sd Racing Team ha portato a casa un magro risultato. Sebbene la motivazione non mancasse, fin dai primi giri del weekend qualcosa non va, la pista è lenta e il nervosismo sale così come i tempi.

La qualifica uno dell’appuntamento di Misano è andata nel complesso bene, con un passo attorno al 1.50; il secondo turno di qualifiche, caratterizzato dalla pioggia, è stato usato solo per impratichirsi con l’asfalto bagnato. Domenica, gara asciutta e partenza dalla 25esima casella su 32 iscritti totali, ha dato ragione al talento di Swan: il passo gara si è abbassato attorno al 1.49 e si confrontava con altri quattro piloti per la vittoria di categoria.

Purtroppo, a due giri dalla conclusione, gli sforzi vengono vanificati da una caduta che ammutolisce i sogni del pilota romagnolo. Misano è la pista preferita di Swan, ma è anche l’unica nella quale non è mai riuscito a finire una gara.

Anche per Swan si tratta di uno zero che fa vacillare lo spirito e il morale. Il passo gara c’era ed era ottimo, la voglia di far bene in un circuito stimolante come Misano era tanta. Lo sarà anche nel tracciato leggendario del Mugello, il 26 giugno, dove entrambi i piloti con cavalcatura Yamaha porteranno in alto i propri colori.